Attività

L’Istituto di Radioprotezione (IRP) opera nell’ambito della radioprotezione, ossia la protezione dell’individuo, della popolazione e dell’ambiente dalle radiazioni ionizzanti derivanti da attività di ricerca o industriale o dovuta a radionuclidi naturali.

Oltre ad operare all’interno dell’ENEA per assicurare la sorveglianza fisica di radioprotezione per tutte le attività con rischi da radiazioni ionizzanti e per garantire il rispetto della normativa di legge in radioprotezione ex D.Lgs. 230/95 (dettagli), l’Istituto:

  • contribuisce al ruolo di ENEA di “TSO” (Technical Support and Scientific Organization) per le Autorità nazionali nel campo della radioprotezione;
  • collabora con le Istituzioni ed Enti di ricerca italiani e stranieri ai fini della redazione di documentazione tecnica di riferimento, di raccomandazioni e linee guida. In particolare, contribuisce alla normativa tecnica nell’ambito della Commissione Tecnica UNI “Tecnologie nucleari e Radioprotezione”, Sottocommissione 2 “Protezione dalle  Radiazioni”;
  • partecipa alla ricerca internazionale, soprattutto europea, nell’ambito di progetti, comitati, commissioni e gruppi di lavoro;
  • svolge attività di ricerca rivolte al miglioramento delle tecniche di misura e delle conoscenze di base nel campo della radioprotezione e della dosimetria anche attraverso l’impiego di simulazioni numeriche con codici di tipo Monte Carlo in grado di simulare complessi scenari d’irraggiamento;
  • fornisce - con le competenze e le strumentazioni dei propri Laboratori, distribuiti in cinque Centri di Ricerca ENEA - servizi tecnici avanzati di misure, valutazioni dosimetriche e di sicurezza radiologica ad alto contenuto specialistico anche ad utenti esterni, tra cui si annoverano Pubbliche Amministrazioni, Enti di ricerca, industrie ed aziende private;
  • fornisce consulenza nel campo della sicurezza radiologica per infrastrutture con sorgenti di radiazioni ionizzanti e/o potenzialmente contaminate.